Paolo Meneguzzi: “Non sono gay, se non ci credete portatemi vostra sorella”

di Marziano Commenta

Paolo Meneguzzi contro tutti. Il cantante di origine svizzera ha pubblicato su Facebook una lettera in cui si difende da chi lo accusa di essere gay. Oltre ai soliti discorsi da prima media del “portami tua sorella e ti faccio vedere”, Meneguzzi se la prende (velatamente) con Tiziano Ferro reo di aver mentito ai suoi fan sulla sua sessualità. Di seguito la lettera completa:

A me interessa poco quello che è il gossip, pubblicare il mio privato e quello che sono. Condivido questo articolo per denunciare un’altra volta l’ignoranza di certe persone che si permettono di dire che sono GAY. Non ho niente contro i gay ma io difendo la mia vita e la mia carriera. Ho pubblicato più di 100 canzoni e praticamente tutte dedicate alle mie ex o alle ragazze. Quindi mi sembra giusto difendermi e dichiarare che io non prendo in giro i miei fan da 15 anni ma che tutto quello che ho vissuto l’ho cantato ed è tutto vero. Quindi non sono gay e io la considero una cattiveria perchè è come dirmi che per 15 anni io ho preso per i fondelli i miei fan scrivendo canzoni di crisi d’amore con ragazze e non è così.. Perciò dico all’autrice di questo articolo, che è sicuramente una pessima giornalista perchè una giornalista dovrebbe informare i fatti certi. Spero che quel “ma lui non era gay” sia inteso come .. DA QUI SI CAPISCE CHE NON LO È… altrimenti deve cambiare lavoro o la invito a farsi un giro a casa mia, precisamente in camera. E mi rivolgo anche a tutti quelli che ne sono certi: State tranquilli perchè non avrete mai la possibilità di vedermi dichiarare “sono gay” attraverso qualche autobiografia e mai potrete dire “IO L’HO SEMPRE DETTO” oppure “ERA CHIARO”.. state tranquilli non succederà mai… anzi casomai…. fate attenzione a presentarmi vostra sorella…. ahahaha finisco con il ridere e spero che queste voci piano piano possano finire perchè mi danno fastidio in quanto ETERO AL 2000 per 100… Ciao a tutti PAOLO MENEGUZZI o meglio PABLO.


Etero al 2000%? Dopo questa crisi isterica bisogna togliere come minimo un paio di zeri.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>