leonardo.it
Ultimi Articoli

Il Gay Pride di Napoli ha il suo logo e Maria Luisa Mazzarella come portavoce

Di Sebastiano | 13 maggio 2010
Il Gay Pride di Napoli ha il suo logo e Maria Luisa Mazzarella come portavoce

Una fascinosa sirenetta seduta sulla baia del golfo di Napoli. Alle spalle una stola con i colori della bandiera arcobaleno e il sole caldo e accogliente del Sud. È questo il logo ufficiale del Napoli Pride, che si svolgerà il prossimo 26 giugno proprio nel capoluogo campano. Scelta anche il portavoce dell’evento: Maria Luisa Mazzarella guiderà la carovana del Pride, un simbolo della città che alza la testa contro l’illegalità. Si legge nel comunicato stampa A quasi un anno dalla vile e brutale aggressione di branco per la quale, peraltro, non esistono ancora i nomi dei colpevoli, Maria Luisa, la ragazza di Villa Literno che difese l’amico gay subendo ferite a tutto il corpo e una lunga prognosi per una grave lesione ad un occhio, diventa portavoce della manifestazione di visibilità del 26 giugno, in cui sono attese a Napoli centinaia di migliaia di persone lesbiche, gay, transgender, di famiglie, amici, simpatizzanti e cittadini. Maria Luisa rappresenta quella parte della città che reagisce e che alza la testa di fronte all’illegalità, alla violenza omofoba ed alla discriminazione, ed è il simbolo di tanti giovani che trovano la forza di battersi ogni giorno per poter progettare il proprio futuro.Continua a leggere

Stop the Silence, il vademecum di Polis Aperta contro la violenza omofoba

Di Sebastiano | 13 maggio 2010
Stop the Silence, il vademecum di Polis Aperta contro la violenza omofoba

L’associazione Polis Aperta (che riunisce gay e lesbiche appartenenti alle Forze dell’Ordine e alle Forze Armate) ha stilato un vademecum, Stop The Silence rivolto alla comunità glbt per combattere la violenza omofoba. Così il Presidente, Nicola Cicchitti ha commentato l’iniziativa L’obiettivo del Vademecum è quello di incoraggiare le vittime di insulti e aggressioni omotransfobiche a sporgere querela, nella convinzione che una maggiore emersione del fenomeno possa portare all’adozione, anche nel nostro Paese, di provvedimenti adatti a punire i crimini generati dall’odio e dall’ignoranza. Dopo il salto, le regole d’oro da seguire in caso di emergenzaContinua a leggere

Cynthia Nixon su Advocate: “Christine è un uomo basso e con le tette”

Di Sebastiano | 13 maggio 2010
Cynthia Nixon su Advocate: “Christine è un uomo basso e con le tette”

Cynthia Nixon, la goffa ed impacciata Miranda Hobbes di Sex and The City, descrive il suo rapporto d’amore con Christine Marinoni, a cui è legata dal 2003. Dalle pagine di Advocate, l’attrice statunitense descrive con entuniasmo la storia con la sua compagna E’ come un uomo basso e con le tette. Molto di quello che amo in lei è la sua mascolinità. Non sto dicendo che mi sono innamorata di lei in modo neutro, sessualmente parlando. Amo la sua sessualità, è una grande parte di quello che amo di lei.Continua a leggere

L’outing di Marco Pannella: “Ho amato tre, quattro uomini”

Di Sebastiano | 12 maggio 2010
L’outing di Marco Pannella: “Ho amato tre, quattro uomini”

Marco Pannella, storico leader dei Radicali italiani, rompe il silenzio attorno alla propria vita privata, facendo outing. Il politco, tra i promotori più accesi del divorzio, ha rilasciato una scottante intervista al settimanale Chi, a cui ha confessato di aver avuto alcune storie con uomini Sono legato da 40 anni a Mirella Paracchini, ma ho avuto tre, quattro uomini che ho amato molto. Non c’è mai stata alcuna gelosia con lei. Potevamo avere, e avevamo, anche altre storie.Continua a leggere

Bolzano: gay bacia il fidanzato. Picchiato dal branco

Di Sebastiano | 12 maggio 2010
Bolzano: gay bacia il fidanzato. Picchiato dal branco

Ancora un brutto episodio di intolleranza verso la comunità gay. Lo scorso sabato notte, Simone Giovannini, un 23enne ragazzo gay di Laives, cittadina alle porte di Bolzano è stato aggredito da un gruppo di omofobi all’uscita di una festa gay-lesbo alla discoteca Sei come sei, assieme al suo compagno Simone Rossi di Egna (Fonte Alto Adige) Mi hanno scaraventato a terra e preso a calci ovunque, addirittura in faccia, più volte. Ho tentato di difendermi, ma erano in troppi. E così mi sono chiuso a riccio, per evitare colpi al viso e al ventre. Ma non la smettevano. A un certo punto ero convinto che mi avrebbero ammazzato. Poi, hanno capito che qualcuno aveva allertato la polizia, e sono scappati via a bordo di due auto. Agghiacciante il racconto del fidanzato della giovane vittima, che braccato dal branco, ha assistito impotente alla scenaContinua a leggere

Matteo Maffucci degli Zero Assoluto su Vanity Fair: “Un’insurrezione popolare per i diritti gay”

Di Sebastiano | 11 maggio 2010
Matteo Maffucci degli Zero Assoluto su Vanity Fair: “Un’insurrezione popolare per i diritti gay”

Partendo dal recente outing di Ricky Martin, Matteo Maffucci, leader del duo Zero Assoluto, analizza la situazione non proprio confortante dei gay italiani nella sua rubrica fissa su Vanity Fair Mi sono reso conto che sul tema dell’omosessualità stiamo ancora discutendo se è giusto o no che due persone possano condividere insieme una vita anche di fronte allo Stato. Ma vi sembra normale? A me no, anche perché in Italia non si può fare. E allora mi chiedo per quale motivo non avvenga un’insurrezione popolare. Non di uomini e donne gay, di tutti. È una questione di giustizia ovvia, di rispetto e di civiltà. È deprimente accorgersi di vivere in un Paese che con l’alibi della “vicinanza” al Vaticano ancora cincischia intorno a un problema così importante.Continua a leggere

The Real L Word, il reality show ispirato all’omonima serie tv

Di Sebastiano | 10 maggio 2010
The Real L Word, il reality show ispirato all’omonima serie tv

Siete dei/delle fan sfegatate di The L Word, la serie tv lesbo più apprezzata al mondo? Vi renderà felici la notizia che la creatrice dello show, Ilen Chaiken, ha ideato un reality show dal titolo The Real L Word. Sei ragazze tra i 27 ed i 37 anni, ovviamente lesbiche, seguite dall’occhio indiscreto delle telecamere, che ne racconteranno amori, passioni, litigi ed intrighi. Il programma inizierà il 20 giugno e vedrà protagoniste Tracy, Whitney, Rose, Mikey, Jill e Nikki: quest’ultime formano una coppia da diversi anni. Ma i colpi di scena saranno l’ingrediente più speziato dello spettacolo: c’è chi ha espresso il desiderio di innamorarsi, chi invece non si censurerà dando vita a momenti davvero bollenti. Viste le premesse “bellicose” delle giovani concorrenti, ci sarà da divertirsi!Continua a leggere

Usa: We Can Do It, una campagna a sostegno dei gay nell’esercito

Di Sebastiano | 10 maggio 2010
Usa: We Can Do It, una campagna a sostegno dei gay nell’esercito

We Can Do It (Possiamo Farlo) è una campagna made in Usa realizzata dal fotografo John Ganun e l’OpenArtistMovement con l’obiettivo di trasmettere una messaggistica positiva sul mondo gay: da vittime di ingiustizie globali ad individui vincenti che partecipano attivamente alla vita del Paese. Le 12 rappresentazioni iconiche, con vari modelli e attori, hanno come intento principale quello di ritrarre la normalità: comuni cittadini americani gay in posa, sorridenti, belli, forti e per nulla turbati dal loro orientamento sessuale. Un’operazione mediatica d’impatto, se si pensa alle immagini in divisa: i soldati americani non possono dichiarare la propria omosessualità in nome del rigido codice Don’t Ask Don’t Tell. Dopo il salto, la gallery con le figure più rappresentative della campagna.Continua a leggere

Jonathan Kashanian a Domenica Cinque: “Cerco l’amore vero che sia uomo o donna”

Di Sebastiano | 9 maggio 2010
Jonathan Kashanian a Domenica Cinque: “Cerco l’amore vero che sia uomo o donna”

L’eccentrico vincitore della quinta edizione del Grande Fratello, nonchè fido collaboratore del Pierino nazionale nel suo Chiambretti Night, vuota il sacco (o almeno ci prova). Intervistato da Barbara D’Urso a Domenica Cinque, il prezzemolino tv chiarisce il proprio orientamento sessuale In questo momento della mia vita non c’è nessuno. Quando mi chiedono se sono gay, rispondo che io cerco l’amore a prescindere dal fatto che sia poi un uomo o una donna. In questo momento della mia vita non c’è una direzione precisa. L’ex gieffino spiega la sua concezione dell’amore tra delusioni e la voglia di affidarsi completamente ad una persona per la vitaContinua a leggere

Givenchy, una modella transgrender per la nuova campagna di Riccardo Tisci

Di Sebastiano | 9 maggio 2010
Givenchy, una modella transgrender per la nuova campagna di Riccardo Tisci

Il designer di Givenchy, Riccardo Tisci, ha scelto il nuovo volto che rappresenterà l’azienda nella prossima campagna pubblicitaria autunno inverno: un transessuale, Lea T., che lo stilista consoce molto bene. La neomodella è la sua assistente personale, brasiliana, vive a Milano dove sta studiando veterinaria. La trans comparirà accanto ad un etnicamente diversificata gamma di volti in macchie, nel numero di luglio de L’Uomo Vogue. Lei è sempre stata molto femminile: superfragile, molto aristocratica. È parte della famiglia. E poi ho capito che una persona transgender esemplifica la dicotomia maschile-femminile che è diventato uno dei miei tratti distintivi nel design. Ho eseguito un casting specifico a Parigi nel marzo scorsoContinua a leggere

Nichi Vendola al Vaticano sulle unioni civili: “Dobbiamo abbattere i muri dell’intolleranza e discutere”

Di Sebastiano | 8 maggio 2010
Nichi Vendola al Vaticano sulle unioni civili: “Dobbiamo abbattere i muri dell’intolleranza e discutere”

Il Governatore della Puglia, Nichi Vendola, affronta ancora una volta, il tema del riconoscimento delle unioni civili, fortemente ostacolato dalle alte cariche del Vaticano, aprendo ad un dialogo costruttivo (Fonte Unione Sarda) Ad un certo atteggiamento clericale e dogmatico, a questo spirito di intolleranza che talvolta soffia forte in Italia, nel mondo ecclesiastico e nel mondo politico, non bisogna rispondere con atteggiamenti anticlericali, con una intolleranza di segno contrario. Noi dobbiamo abbattere i muri dell’intolleranza e dobbiamo discutere. Io vorrei sfidare la Chiesa. Vorrei capire in cosa consiste il peccato quando si è nei dintorni dell’amore. Un diritto da estendere anche alle coppie omosexContinua a leggere

Marocco: Elton John fuori dal festival Mazawine perchè incoraggia l’omosessualità

Di Sebastiano | 8 maggio 2010
Marocco: Elton John fuori dal festival Mazawine perchè incoraggia l’omosessualità

Non c’è pace per la popstar inglese Elton John. Dopo il divieto di potersi esibire in Egitto per le proprie inclinazioni sessuali troppo esplicite, il cantante rischia di essere escluso dal festival Mazawine, che si terrà 21 al 29 maggio a Rabat (Marocco) e a cui parteciperanno tra gli altri Julio Iglesias, Mika, Carlos Santana e BB King. La motivazione? Con le sue canzoni incoraggerebbe l’omosessualità o almeno così la pensa Mustafa Ramid, Presidente del partito islamico Giustizia e Sviluppo marocchino che attualmente è all’opposizione (Fonte Ansa) Rifiutiamo categoricamente la partecipazione di questo cantante perché ciò rischia di incoraggiare l’omosessualità in MaroccoContinua a leggere

Austria, un francobollo gay per celebrare la Rainbow Parade

Di Sebastiano | 7 maggio 2010
Austria, un francobollo gay per celebrare la Rainbow Parade

Gli sms vi stanno stretti? Siete degli inguaribili nostalgici della lettera scritta a mano? Volete conquistare il vostro amato che abita lontano con parole dolci che arrivano al cuore? Se in questi giorni vi trovate in vacanza nelle verdi montagne d’Austria, senza rinunciare ad un tocco gayo da far invidia ai vostri amici italiani, prendete una cartolina che esalti a pieno le meraviglie del posto e incollateci un francobollo molto speciale.Continua a leggere

Zlatan Ibrahimovic e Gerard Piqué paparazzati in atteggiamenti compromettenti

Di Sebastiano | 7 maggio 2010
Zlatan Ibrahimovic e Gerard Piqué paparazzati in atteggiamenti compromettenti

Che ci fanno i calciatori del Barcellona, Zlatan Ibrahimovic e Gerard Piqué, appartati in un parcheggio, in atteggiamenti piuttosto intimi? E’ questa la domanda senza soluzione che sta scuotendo l’opinione pubblica spagnola. La foto incriminata è finita su Facebook, alimentando un vero e proprio polverone mediatico. Mentre la società blugrana preferisce trincerarsi dietro ad un sonoro no comment, il gruppo nato dopo la pubblicazione dell’immagine, intitolato “Anche io sono rimasto/a sbalordito nel vedere la foto di Ibra e Piqué“ ha raddoppiato il numero di adesioni in pochi giorni.Continua a leggere

Cultura Gay
Altri Articoli
GLBT News
Gossip Gay