La Germania dice sì ai matrimoni gay

di AnnaMaria Commenta

393 voti a favore e 226 contrari. Con questi numeri la legge che garantisce pari dignità alle nozze tra persone eterossessuali e omosessuali è stata approvata proprio oggi dal parlamento tedesco. A partire da adesso il matrimonio gay è legge in Germania: il Bundestag lo ha approvato a maggioranza dopo 38 minuti di infuocato dibattuto durante il quale anche Angela Merkel si è espressa contrariamente all’approvazione della legge. La Cancelliera infatti ha annunciato che avrebbe votato no, anche se ha lasciato ai deputati della sua coalizione la libertà di esprimersi come desideravano.

E anche se in parlamento c’erano anche una buona fetta di conservatori contrari alla legge, i dati ufficiali li smentiscono fortemente. Il Paese infatti pare sempre sempre più pronto e favorevole al matrimonio tra persone dello stesso sesso tanto che secono un recente sondaggio dell’Agenzia anti-discriminazioni tedesca pare che l’83% dei tedeschi sia a favore delle nozze gay.

IRLANDA DICE SI’ AI MATRIMONI GAY

La Merkel ha dichiarato:

«Per me il matrimonio è fondamentalmente un’unione fra uomo e donna, e per questo ho votato contro». «Spero che il voto di oggi non solo promuova il rispetto delle differenze, ma porti anche più coesione sociale e pace».

TRUMP AGGHIACCIANTE: VIA MATRIMONI GAY

In Germania da 16 anni esistono le “eingetragenen Partnerschaften”, cioè le unioni civili, ma la cancelliera Merkel si era sempre espressa contro un’equiparazione con il matrimonio tra uomo e donna. Eppure da oggi la Germania si aggiunge ai 13 Paesi europei nei quali il matrimonio gay è legale: Norvegia, Svezia, Danimarca, Finlandia, Islanda, Olanda, Belgio, Spagna, Portogallo, Francia, Regno Unito, Irlanda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>