ILGA boccia l’Italia come paese meno gay friendly in Europa dopo Cipro

di Felix Commenta

L’associazione ILGA Europe (International Lesbian and Gay Association) ha decretato l’Italia come uno dei paesi europei meno gay friendly del vecchio continente: a battere il Bel Paese c’è solo Cipro con più discriminazioni.

La dichiarazione è stata pubblicata sul magazine online EuObserver.com, mentre alcune nazioni hanno ricevuto un sonoro bollino rosso per l’aperta violazione dei diritti e la discriminazione sessuale, paesi come Armenia, Azerbaijan, Macedonia, Russia, Turchia.

L’ILGA Europe spiega che l’Italia sostiene legalmente la discriminazione sessuale (che è proibita dalla Costituzione, a differenza di tanti paesi dell’Unione Europea in cui non esiste una norma specifica) ma la questione finisce qui; d’altra parte, i paesi più gay friendly sono l’Inghilterra, la Svezia e la Spagna, dove sono da anni che è stata stilata una completa regolamentazione della popolazione lgbt.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>