Il sindacato degli attori gay a lavoro su sicurezza e omofobia

di Valeria Scotti Commenta

Equity, il sindacato degli attori e performer omosessuali, ha chiesto ai suoi membri LGBT in un recente sondaggio – richiesto proprio dalla commissione – se si sentano sicuri e se abbiano mai subito pregiudizi. I risultati?

Come ha spiegato l’assistente generale per le comunicazioni Martin Brown:

L’esperienza del comitato LGBT ci porta a sapere che non è facile lavorare mnel mondo dello spettacolo ed essere chiari sulla propria sessualità. Spesso è difficile rivelare di essere gay o lesbiche perché questo potrebbe danneggiarli per sempre nella loro carriera.

Un esempio che leggiamo dalle pagine di Pinknews: il caso di Rupert Everett, il bell’attore inglese che sempre detto di aver subito danni dalla sua confessione avvenuta negli anni Novanta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>