Bologna, Benedetto Zacchiroli fa coming out: “Sono gay”

di Marziano Commenta

Fuori programma inaspettato, quello avvenuto durante il confronto tra i tre candidati di centrosinistra per la poltrona di sindaco di Bologna. Virginio Merola, Benedetto Zacchiroli e Amelia Frascaroli, riuniti al Cassero per parlare del futuro della città e, in generale, delle sorti del Partito Democratico hanno toccato tempi “scottanti” come omosessualità, Aids e omofobia.

Sarà stato per far capire al pubblico di essere ferrato sull’argomento, sarà stato per togliersi un peso, sta di fatto che Benedetto Zacchiroli ha ammesso pubblicamente di essere gay:

Da teologo, da gay e da quello che sono voglio dire una cosa: che il Vaticano abbia posizione retrograde non mi stupisce. Mi stupisce invece che ci sia un partito che si dice democratico che non reagisce e una sinistra che non sa stare con schiena dritta.

Il coming out dell’ex collaboratore di Cofferati risulta essere senza precedenti: è il primo aspirante sindaco nella storia di Bologna dichiaratamente omosessuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>