Black Swan: scene saffiche per Natalie Portman

di Marziano Commenta

Che festival del cinema di Venezia sarebbe se non ci fossero le pellicole scandalo? Quest’anno il compito di film che ha suscitato (e che susciterà) chiacchiericcio spetta al nuovo lavoro di Darren Aronofsky, Black Swan. Quattro sono i temi che ad ogni edizione della manifestazione cinematografica creano scompiglio: sesso, violenza, religione e politica. Questa volta il tema ‘hot’ (in tutti i sensi) è il sesso, reso ancor più scabroso dal fatto di essere lesbo.

All’interno di Balck Swan si può assistere ad una intensa scena di sesso tra le due protagoniste interpretate da Mila Kunis e Natalie Portman. Le attrici vestono i panni di Lilly e Nina, entrambe ballerine di danza classica ed entrambe pronte a primeggiare ad ogni costo l’una sull’altra.

Il film non vanta solo di avere delle scene calde tra le due bellissime attrici. Il lungometraggio è un insolito mix di generi che ha già conquistato la critica. Infatti Black Swan può essere considerato come un thriller psicologico con delle venature horror, il tutto è condito dalle musiche composte da Ciaikovskij per Il lago dei cigni.

Natalie Portman, durante la presentazione del film, si è detta preoccupata del fatto che il pubblico possa andare al cinema solo per guardare la scena di sesso tra lei e Mila Kunis, aggiungendo che Black Swan è un’opera molto più intensa e complessa di una semplice scena saffica.

Cara Natalie non tutti mali vengono per nuocere: il tam tam mediatico che si è creato può essere un ottimo specchietto per le allodole, in questo modo il film potrebbe avere un buon riscontro da parte del pubblico in termini di incassi e chissà, magari, non apprezzi anche il resto della pellicola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>